Immobiliare post lockdown: quale tipologia di casa sarà più ricercata? (e perderà meno valore)

Come ogni settore anche l’immobiliare cambierà dopo il coronavirus.

Questo periodo influenzerà per sempre la scelta della nostra nuova abitazione

Sicuramente infatti ti sarai chiesto: e se dovesse succedere ancora?

Se poi ti imbatti in un articolo del genere ti rendi conto che scientificamente è una cosa possibile.

Ecco il link all’articolo completo

Ebbene si, il virus potrebbe ripresentarsi, così come periodi di quarantena forzata per tutti noi nei prossimi anni.

Ecco perché molte persone stanno già cambiando la prospettiva della loro casa futura.

Ma quali saranno le tipologie immobiliari più richieste dopo il lockdown?

Quali invece subiranno un forte calo della domanda?

#Le case più richieste dopo il lockdown

Lo spazio esterno diventerà essenziale.

Prima era importante per molti ma non fondamentale.

Penso che diventerà fondamentale per molti di noi.

Se prima si poteva fare a meno di un terrazzo o di un giardino, dopo questo periodo di reclusione forzata non sarà più cosi.

Molti acquirenti andranno verso tipologie immobiliari con grandi spazi esterni, dove all’occorrenza:

  • Potersi allenare e fare sport

  • Poter prendere il sole e rilassarsi

  • Poter condividere momenti speciali con la famiglia

Il lockdown ci ha fatto capire quanto può essere importante avere uno sfogo esterno grande o per lo meno abitabile.

Senza un posto all’aperto la quarantena ha il sapore di prigione.

Si apprezzeranno (in termini di domanda) oltre alle tipologie con terrazza e giardino, le case in campagna con il terreno intorno, in molti infatti hanno preferito passare la quarantena nella loro seconda casa fuori dalla città.

La stessa casa che fino a poco tempo prima era un peso per la manutenzione e spese di gestione e magari eri pronto a voler vendere.

#Quali case saranno meno richieste dopo il lockdown?

 Oltre ad un calo di domanda per tutte quelle abitazioni senza spazio esterno, prevedo un forte calo di domanda per le classiche abitazioni da adibire uso B&B o casa vacanze.

Parlo del classico bilocale al centro storico senza sfogo esterno destinato quasi sempre ad ospitare i turisti con la formula dell’affitto a breve periodo.

Il settore turistico ha subito danni fino all’80% e tuttora non si sa quando riprenderemo a viaggiare come prima.

Leggi l’articolo con le conseguenze del virus sul settore degli affitti brevi

Per essere precisi non sappiamo neanche se si potrà riprendere a viaggiare come prima.

Inizialmente sarà inutile investire in una tipologia immobiliare da adibire ad uso turistico, anche perché la proprietà di una casa prevede una tassazione maggiore rispetto alla prima abitazione.

Perciò tasse e bollette potrebbero bruciare i tuoi risparmi.

Anzi, penso che molte strutture del genere, causa inattività, verranno messe in vendita per avere liquidità immediata.

Questo potrebbe provocare una drastica diminuzione dei prezzi, cosa che avviene ogni volta che l’offerta supera la domanda.

Purtroppo come ogni investimento, se le spese sono maggiori dei profitti, le persone tendono a disfarsi del bene preferendo la liquidità immediata.

 

Gian Paolo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza.
Usando i nostri servizi accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra Privacy policy.